Salta al contenuto

Donne di successo: Cinzia Canzian e la fiaba de Le Vigne di Alice

Dall’esperienza con i nonni alla creatività, fantasia e professionalità dei giorni nostri. Andremo a conoscere una giovane imprenditrice il cui motto è “Life is a bubble”, la vita è una bollicina.

Ho voluto incontrare e conoscere Cinzia Canzian di Le Vigne di Alice, perché sono rimasta incantata dall’allestimento del suo stand al Vinitaly di Verona lo scorso Marzo. La fantasia nella scelta e disposizione degli oggetti d’arredo mi ha subito proiettata in un mondo magico staccato dalla realtà. Il mio immediato desiderio è stato quello di conoscere l’autrice della realizzazione di questo spazio fantastico che ospitava i prodotti della sua azienda vitivinicola che sorge nelle terre del Prosecco Superiore Docg.

      Relais Le Vigne di Alice

Incontro Cinzia al Relais Nelle Vigne di Alice, un casolare dell’Ottocento immerso tra le colline e i filari di vigneti della Pedemontana Trevigiana a Carpesica di Vittorio Veneto. Una dimora antica da lei recuperata, che offre ospitalità dal 2003. Al piano terra la sala colazioni impreziosita da una stube dai colori tenui, un salottino relax per gli ospiti e 8 camere eleganti, ognuna ispirata ad un personaggio del romanzo Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewiss Caroll.

La ricercatezza dei tessuti, la cura dei dettagli e degli arredi, la perfezione costruttiva fanno di ogni stanza de Le Vigne di Alice un luogo incantato.

                      

Cinzia Canzian nasce e cresce tra le dolci colline di Conegliano e Vittorio Veneto. I vigneti e la storia della sua famiglia hanno plasmato la sua sapienza imprenditoriale. La sua formazione personale ha fatto il resto, rendendola una donna di successo che sa operare in armonia tra impresa innovativa e rispetto e tutela del territorio. Il vino l’ha sempre accompagnata fra l’osteria della nonna e i vigneti del nonno, dal quale ha carpito i segreti del mestiere.

        

La nostra protagonista, nonostante gli studi classici al liceo e una laurea in lettere e filosofia, inizia a lavorare in un’azienda della zona occupandosi di vigneti, della cantina e dei rapporti con i clienti, il titolare diventa suo marito. Nel 2005 inizia il suo percorso imprenditoriale in autonomia, nasce l’azienda le Vigne di Alice tra i filari di Carpesica. Sposata, madre di due figli ventenni, oggi è al timone, oltre che del Relais, di una realtà enoica di nicchia che si estende su 12 ettari con una produzione di 150.000 bottiglie di soli spumanti, quindi bollicine, tanto care alla filosofia della nostra protagonista. Tutte etichette provenienti da uve Glera, dal  Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg, al Brut Nature ed Extra Dry, fino alla sperimentazione di un metodo classico.

“L’etichetta a cui sono più legata – dice Cinzia –  è il Doro Nature, Prosecco Superiore Docg, perché è un vino pensato e ripensato, a cui sono arrivata dopo un po’ di sperimentazioni dalla prima annata, il 2007″.

 

Panorama con Cinzia Le Vigne di Alice       

Chiediamo a Cinzia da cosa origina il nome dell’azienda?
“Origina da due elementi che si sono incontrati: il nome della nonna del marito, che ha vissuto nell’antico complesso oggi Relais, e il legame con Alice in Wonderland“.

E quale è Il valore di essere donna nel mondo del vino?
“Come è nella nostra natura la voglia di uscire dagli schemi e dare valore aggiunto, con la creatività, la forza dell’anima, la condivisione, il coraggio. Sono sempre stata una sognatrice ma saldamente radicata nella realtà. Quando prendo una decisione la porto avanti anche se incontro molte difficoltà”.

         

Cinzia ama disegnare, ama la fotografia e passeggiare in alta quota dove il silenzio riempie e ricarica l’anima.

Salutando la nostra “Donna di Successo” le poniamo l’ultima domanda: Qual è la tua meta?
“Lasciare un segno, un ricordo, un’ impronta, una via che qualcun altro possa percorrere”.
E il tuo motto?
“Sono due per me i motti: pane al pane e vino al vino e la vita è una bollicina“.

 

Per ulteriori informazioni: Le Vigne di Alice.

I commenti sono chiusi

Scroll Up